La rinoplastica ricostruttiva

La ricostruzione del naso. Come riparare un naso danneggiato

Il Dr. Schiavone insieme al Dr. Shawn Becker (autore di uno dei libri di riferimento sulla ricostruzione della faccia e del naso), nel corso di una lettura magistrale alla università di Chieti.

Ha per oggetto la ricostruzione del naso a partire da un naso “danneggiato”, evento purtroppo frequente che riconosce diverse cause.
La centralità e la sporgenza sul viso rendono infatti il naso la componente più esposta della faccia ad ogni tipo di agente fisico, inclusi i raggi solari.

Per questo motivo la cute della piramide nasale è la sede più interessata (nelle sue diverse subunità) , dai tumori cutanei di tipo non-melanoma, ovvero le neoplasie che con maggior frequenza colpiscono gli esseri umani, per fortuna assai spesso in maniera curabile.
La asportazione di un tumore della pelle è quindi il danno più frequente che rende necessaria la riparazione del naso, ma non dobbiamo dimenticare che i traumi o la tossicodipendenza da cocaina, insieme a patologie acquisite quali il rinofima, tipica dell’invecchiamento pongono l’indicazione alla rinoplastica ricostruttiva.

Rinoplasticainospedale.it rappresenta la voce di quei professionisti che hanno provveduto alla terapia chirurgica della maggior serie di pazienti Italiana affetti da tumori della pelle (epiteliomi) e nella fattispecie, del naso. E’ molto alto il numero dei pazienti spesso anziani o con una ereditarietà legata alla cute chiara
Laddove sono i numeri a contare, infatti,  l’Istituto Dermopatico Dell Immacolata, ha rappresentato la maggior esperienza nel ns.paese nella chirurgia ricostruttiva nasale. All’attività clinica intensa ha fatto seguito anche un’attività scientifica modulata sull’argomento.

Sono stati di recente tenuti all’interno di questo istituto i primi due corsi italiani (eventi e.c.m.) dedicati alla ricostruzione della piramide nasale, ideati ed organizzati dal Dr. Schiavone, responsabile del trattamento dei disturbi “morfofunzionali della piramide nasale”, il chirurgo plastico italiano esperto di questa materia, che negli ultimi 15 anni è stato con più frequenza invitato a partecipare attivamente ad eventi scientifici ufficiali ed a dare dimostrazioni chirurgiche in Italia ed all’estero (vedi elenco partecipazioni su invito ad eventi scientifici).

Attraverso tecniche di oncoplastica, spesso integrate da elementi di rinoplastica estetica, è oggi possibile “riparare” con danni estetici modesti ed esiti cicatriziali sopportabili la gran parte dei danni derivati dalla perdita di porzioni del naso.  (vedi galleria di casi).